In questa pagina sono disponibili i seguenti servizi:
Menù Orizzontale [1]
Motore di Ricerca [2]
Menù di Navigazione [3]
Mappa Sito [4]

Torna all'inizio della pagina [0]

Salta al Motore di Ricerca [2]

Whistleblowing - Segnalazione di illeciti

TUTELA DEL DIPENDENTE CHE SEGNALA GLI ILLECITI - CD. “WHISTLEBLOWING

La tutela del dipendente pubblico che segnala illeciti è stata introdotta nel nostro ordinamento quale misura di prevenzione della corruzione, imponendo peraltro alle amministrazioni di individuare una procedura finalizzata a garantire tale tutela e a stimolare le segnalazioni da parte del dipendente. Quale misura di prevenzione della corruzione, il whistleblowing deve trovare posto e disciplina in ogni Piano Triennale della Prevenzione della Corruzione e la Trasparenza (cd. PTPCT).

IGEA ha provveduto a normare l’istituto tramite l’art. 13 del proprio PTPCT 2019-2021.

Si sottolinea la necessità che la segnalazione, ovvero la denuncia, sia “in buona fede”: la segnalazione è effettuata nell’interesse dell’integrità della pubblica amministrazione; l’istituto, quindi, non deve essere utilizzato per esigenze individuali, ma finalizzato a promuovere l’etica e l’integrità nella pubblica amministrazione.

Con Legge 30 novembre 2017, n. 179, è stata rafforzata la tutela degli autori di segnalazioni di reati o irregolarità di cui siano venuti a conoscenza nell'ambito di un rapporto di lavoro pubblico o privato, disponendo all’art. 2, dedicato al settore privato, che gli Enti adottino tutte le misure necessarie a preservare anonimato e garanzie antidiscriminatorie nei confronti del whistleblower.

L’ANAC, con il recente “Regolamento sull’esercizio del potere sanzionatorio in materia di tutela degli autori di segnalazioni di reati o irregolarità di cui siano venuti a conoscenza nell’ambito di un rapporto di lavoro di cui all’art. 54bi s del DLgs. n. 165/2001 (cd whistleblowing)”, adottato con Delibera n. 1033 del 08 novembre 2018, ha inteso dettagliare gli strumenti a difesa dell’istituto previsto dalla Legge; in particolare disciplinando le sanzioni, le comunicazioni e le segnalazioni che devono essere presentate, di norma, attraverso una piattaforma informatica disponibile sul sito istituzionale web, che utilizza strumenti di crittografia e garantisce la riservatezza dell’identità del segnalante e del contenuto della segnalazione nonché della relativa documentazione. Ulteriori disposizioni e modifiche al Regolamento appena citato sono contenute nella Delibera dell’Autorità n. 312 del 10 aprile 2019.

Si ricorda che l'amministrazione regionale ha aderito al progetto WhistleblowingPA di Transparency International Italia e del Centro Hermes per la Trasparenza e i Diritti Umani e Digitali e ha adottato la piattaforma informatica prevista per adempiere agli obblighi normativi. L’IGEA SpA ha ottenuto il Nulla Osta da parte del RPCT della Regione Autonoma della Sardegna per l’utilizzo della stessa piattaforma.
 

MODALITÀ DI SEGNALAZIONE INFORMATICA:

  • la segnalazione viene fatta attraverso la compilazione di un questionario e può essere inviata in forma anonima. Se anonima, sarà presa in carico solo se adeguatamente circostanziata;
  • la segnalazione viene ricevuta e gestita dal Responsabile per la Prevenzione della Corruzione (RPCT), fermo restando il dovere di confidenzialità nei confronti del segnalante;
  • nel momento dell’invio della segnalazione, il segnalante riceve un codice numerico di 16 cifre che deve conservare per poter accedere nuovamente alla segnalazione, verificare la risposta dell'RPCT e dialogare rispondendo a richieste di chiarimenti o approfondimenti;
  • la segnalazione può essere fatta da qualsiasi dispositivo digitale (pc, tablet, smartphone) sia dall'interno che dall'esterno dell'ente. La tutela dell’anonimato è garantita in ogni circostanza

È POSSIBILE INVIARE LE SEGNALAZIONI AL Link

 

ULTERIORI MODALITÀ DI SEGNALAZIONE:

  • Per tutti coloro che non avessero possibilità di accedere al web, la segnalazione di eventuali illeciti può essere inviata in busta chiusa, senza indicazione del mittente, all’indirizzo: IGEA SpA Loc. Campo Pisano snc – 09016 IGLESIAS alla cortese attenzione del RPC, recante la dicitura ASSOLUTAMENTE RISERVATA E PERSONALE. Di tutte le segnalazioni cartacee verrà tenuto apposito registro con protocollo riservato;
  • Infine verbalmente direttamente al RPC, il quale osserverà la totale riservatezza del colloquio, di cui poi verrà tenuta traccia in apposito registro con protocollo riservato.